Il Sangiovese

Il Sangiovese: alla scoperta del vitigno rosso più coltivato d’Italia

Il Sangiovese è senza ombra di dubbio il vitigno più coltivato nel Bel Paese. Si tratta di un vitigno a bacca rossa che è conosciuto in molti modi: sono in diversi a chiamarlo brunello, altri invece lo chiamano prugnolo gentile.

 

Aldilà dei molteplici nomi con cui lo chiamano gli amanti del vino, il Sangiovese, è un vitigno sorprendente dall’incredibile veratilità dal momento che dalle sue Uve prendono vita i vini italiani più rinomati, tra cui il nostro “Corniolo” e “Baccio dell’Umbria

 

In questo viaggio alla scoperta del sangiovese speriamo tu possa trovare molte informazioni utili che magari non conoscevi prima.

Sangiovese: le origini

Le origini e la provenienza di questo vitigno sono incerte. Le prime informazioni a riguardo ci sono giunte fino ad oggi grazie alle parole di Giovanni Vittorio Soderini, agronomo toscano del 1600. Quet’ultimo ne parlò nel suo trattatato di viticoltura indicandolo con il nome di “Sangiogheto”.

 

A parte questo, la reale origine del nome è sconosciuta anche se la tradizione vuole che il nome di queste uve fu dato dai monaci del monastero sul monte Giove a Santarcangelo di Romagna. Un nome nato praticamente per caso dal momento che, sempre secondo la tradizione, trovandosi un eccellente ospite al monastero gli offrirono del vino prodotto dai monaci stessi. Costui rimase impressionato dalla bontà del vino e ne chiese quindi il nome. I monaci, non sapendo cosa rispondere, presero spunto dal suo colore rosso acceso risposero “Sangue di Giove”.

 

Leggenda a parte, recenti ricerche genetiche, hanno stabilito che il Sangiovese ha molte affinità con i vini del Sud e che ha una spiccata tendenza a mutare.

Diffusione

La tendenza a mutare di questo vitigno fa sì che sia più corretto parlare di Sangiovesi piuttosto che Sangiovese.

 

Ridurre questa famiglia a solo due tipologie, sangiovese grosso e piccolo, è pertanto estremamente ed impropriamente semplificativo. Inoltre proprio questa caratteristica fa si che sia coltivato in Italia in 80.000 ettari suddivisi fra Toscana, Emilia Romagna, Umbria e Marche.

Il Sangiovese ed il suo gusto

Uno dei pregi del Sangiovese è che riconoscerlo tramite le papille gustative o tramite l’olfatto non è così difficile. Al naso rivela sentori fruttati e floreali con traccie di spezie.

 

A questi sentori di solito si abbina un profumo di ciliegia, viola e frutti di bosco. L’insieme è fine, il tannino è poderoso, ma di consistenza setosa, sono i fiori ad emergere e i frutti rossi a dare spinta all’acidità, il vino comunque è caldo, mai troppo rotondo, anzi con un certo nervosismo di fondo.

 

Il colore è rubino fino ai quattro-cinque anni e poi tende al granato.

Caratteristiche

Il sangiovese ha una buona capacità di adattamento oltre che, per la fortuna dei viticoltori che lo coltivano, un’ottima tendenza a produzioni abbondanti.

 

La sua foglia invece è di medie dimensioni e presenta solitamente 3 o 5 lobi di colore verde chiaro.

 

Le dimensioni degli acini invece possono essere classificate come medio-grandi e solitamente hanno una forma regolare ed ovoidale. La buccia dell’acino è violacea scura, tendente al nero.

 

La produzione raggiunge picchi elevati quando la pianta cresce in terreni argillosi e calcarei, come quelli delle Colline del Trasimeno

Servizio e Abbinamento

Per gustarlo al meglio vi consigliamo di servirlo ad una temperatura compresa fra i 16 ed i 18° C in calici da vino rosso di dimensioni standard o grandi.

 

Inoltre dovete sapere che si abbina al meglio con piatti della tradizione come la pasta al ragù di carne ma soprattutto alle carni. Tra queste vi consigliamo una bella bistecca alla fiorentina o comunque carni all griglia anche se si abbina bene con la carne di maiale e la selvaggina oltre che agli arrosti.

 

A questo punto non ti resta altro che provare il nostro Corniolo, il vino che realizziamo con un alta percentuale di uve Sangiovese, uno dei fiori all’occhiello della nostra produzione.


Il Sangiovese del Lago Trasimeno

I nostri soci, coloro che allevano le viti e raccolgono l’uva conferendola alla Cantina Duca della Corgna, hanno i loro filari di Sangiovese proprio nel territorio del Trasimeno, a metà tra Umbria e Toscana

Trovaci

Via Roma 236, 06061 Castiglione del Lago Perugia
Telefono: (+39) 075-9652493
Email : info@ducadellacorgna.it